GREEN JOBS: OPPORTUNITÀ AL TEMPO DELLA CRISI OCCUPAZIONALE

Pubblicato da Garnell | giugno 27, 2017 | ARCHIVIO, Energy Management
Green jobs: opportunità al tempo della crisi occupazionale

RICHIESTE COMPETENZE LEGATE ALL’ECONOMIA VERDE AL 66% DEI NUOVI ASSUNTI

 

Dagli energy manager agli agricoltori biologici, dai progettisti di edilizia sostenibile agli esperti di mobilità a ridotto impatto ambientale: i green jobs sono in continuo aumento, il lato positivo di un mercato del lavoro altrove toccato in profondità dalla crisi occupazionale.

Secondo l’ultimo rapporto della fondazione Symbola, che ogni anno scatta la fotografia dell’economia verde italiana, oggi in Italia si contano quasi 3 milioni di lavori green, il 13% degli occupati.

Nel 2016 le assunzioni di figure con competenze legate alla sostenibilità ambientale sono state 249 mila, in settori molto differenti: dalle rinnovabili all’efficienza energetica, dall’alimentare alla manifattura. La maggior parte si contano in Lombardia, dove ce ne sono state quasi 20 mila, pari a oltre un quarto del totale nazionale. Seguono Lazio (9 mila nuovi green jobs), Veneto, Emilia Romagna e Piemonte. Anche se, mettendo a fuoco i dati divisi per provincia, si scopre un’immagine più variegata e positiva della penisola con le regioni del Sud particolarmente impegnate a recuperare il distacco. Isole felici ci sono infatti, oltre che in Valle d’Aosta e Trentino Alto Adige, anche in Sardegna, Sicilia e Puglia.

Secondo alcune stime nei prossimi cinque anni la green economy potrebbe dare lavoro a un altro milione di persone, aumentando così il suo impatto economico già significativo. Oggi, infatti, questi lavori contribuiscono alla creazione di ricchezza in Italia per il 13% del Pil. In un periodo nero, insomma, i green jobs hanno rappresentato e rappresentano ancora oggi un’ancora di salvezza.

Così la green economy apre allo stesso tempo nuove prospettive di lavoro ai cittadini e nuove opportunità economiche per le imprese attente a non perdere questo treno. Basti pensare che, per lavorare nella Ricerca&Sviluppo, al 66% degli aspiranti all’impiego sono richieste qualifiche e competenze legate all’economia verde, perché sarà proprio dei neoassunti l’onere di studiare prodotti e servizi in chiave sostenibile.

Il motivo è chiaro: i consumatori sono sempre più attenti a scegliere prodotti a minor impatto ecologico, mentre alle imprese fornitrici di altre aziende è più che mai chiesto di impegnarsi in una filiera rispettosa dell’ambiente.

In quest’ottica un ruolo fondamentale nella riduzione del peso ambientale dell’industria, e allo stesso tempo nella creazione di lavori verdi, lo gioca l’uso delle fonti rinnovabili. Sono sempre di più le aziende che optano per le energie pulite e non solo per questioni di marketing, ma soprattutto perché in ballo c’è la loro competitività.

Alla conferenza sul clima di Parigi, il percorso tracciato dai governi e finalizzato alla riduzione delle emissioni passa attraverso rinnovabili ed efficienza energetica. Una direzione questa che apre grosse opportunità proprio alla definizione di nuove “professionalità verdi”, a partire da quella dell’energy manager, una figura d’importanza crescente. La transizione verso un nuovo sistema energetico, infatti, richiederà competenze specifiche soprattutto nella gestione e nell’impiego di energia, laddove il focus verrà posto sullo studio e sulla ricerca di soluzioni innovative che permetteranno di ridurre emissioni e consumi, costi e impatti ambientali.

Aggiungi un commento

* Si prega di compilare correttamente tutti i campi

Blog correlati

Pubblicato da garnell | 17 ottobre 2017
Azioni da intraprendere e possibili insidie dell’iter autorizzativo Una volta deciso di installare un impianto alimentato a energie rinnovabili, la prima questione che si pone è relativa alla richiesta delle…
Pubblicato da garnell | 09 ottobre 2017
Dall’iniezione di nuove competenze che accrescono la competitività all’aumento occupazionale, l’ingresso dei private equity porta benefici misurabili per le aziende Perché aprire il capitale dell’azienda a investitori esterni alla famiglia…
Pubblicato da garnell | 02 ottobre 2017
UN ATTO DI RESPONSABILITÀ CHE RISPONDE ALLA CRESCENTE ATTENZIONE DEI CONSUMATORI PER LA SOSTENIBILITÀ Diventare green è per un'azienda una scommessa competitiva, una risposta alla crescente domanda dei consumatori e…