ENERGIE RINNOVABILI: PROGETTARE UN IMPIANTO

Pubblicato da Garnell | settembre 5, 2017 | ARCHIVIO, Energy Management

LE DOMANDE DA FARE QUANDO SI CONSIDERA QUESTA OPPORTUNITÀ


Vediamo brillare i pannelli sui tetti e portare in casa energia pulita, senza emissioni. Osserviamo le piccole pale eoliche girare e produrre elettricità verde a un passo da casa. Ma come si passa dall’idea alla realizzazione concreta dell’impianto? Con quali criteri si valuta la superficie adeguata dei pannelli, come si stima l’efficienza energetica della mini turbina e i bisogni energetici dello stabile in cui abitiamo?

Secondo l’ultimo rapporto statistico del Gse pubblicato a fine luglio 2017, l’anno scorso in Italia sono entrati in funzione nuovi impianti fotovoltaici per una potenza aggiuntiva di 382 MW. Con la fine del Conto energia è diminuita la taglia media degli impianti (circa 26 kw), mentre la maggior parte della nuova potenza (41%) è stata installata nel terziario, seguita dal settore domestico (40%).

Ma sia che si tratti di imprese, sia di abitazioni, gli interrogativi che si pongono e che attengono alle fasi di passaggio dall’idea alla realizzazione di un impianto, rimangono valide.
Il primo passo consiste nella valutazione dei fabbisogni energetici della famiglia o dell’azienda: una buona occasione per prendere in considerazione anche le possibili opportunità di efficientamento degli edifici. Così si possono sommare i risparmi derivanti dalla scelta di una fonte energetica rinnovabile a quelli garantiti dalla riduzione dei consumi.

A questo primo passaggio segue il calcolo della producibilità energetica che, in base al luogo, all’inclinazione e alla posizione, potremo ottenere dalle nostre celle fotovoltaiche. Si passa poi a valutare il dimensionamento dell’impianto.
A questo punto non resta che valutare l’aspetto determinante: l’impegno finanziario e il tempo di ritorno dell’investimento.
Quando tutte le informazioni sono chiare e la decisione è positiva, è il momento di passare alla progettazione e all’installazione dei pannelli. Un percorso in cui l’utente necessita del supporto di un team di esperti, che lo guidino nella stima del fabbisogno energetico, dei possibili risparmi e poi della scelta dell’impianto più adeguato alle sue esigenze.

Un percorso simile si segue per l’installazione di impianti solari termici. Nel nostro Paese, grazie a condizioni meteorologiche favorevoli, chi li sceglie risparmia fino all’80% dell’energia necessaria per ottenere acqua calda sanitaria – l’acqua normalmente utilizzata per il consumo del bagno e della cucina – e fino al 40% se si considera anche quella usata per riscaldare gli ambienti.
Anche in questo caso, il calcolo dell’acqua calda necessaria porterà a valutare le dimensioni dell’impianto e dunque l’investimento necessario per realizzarlo. In linea di massima, per una famiglia di 3-5 persone, un boiler da 300 litri e una superficie da 5 metri quadri di pannelli possono essere più che sufficienti.
I dati lasciano pensare anche a una crescita dei piccoli impianti eolici, che in presenza dello spazio necessario, aziende e famiglie potranno decidere di costruire per soddisfare i propri bisogni energetici, al pari dei pannelli fotovoltaici. Solo a giugno 2017 sono stati installati quasi mille mini aerogeneratori: una nuova tendenza spinta probabilmente dalla rimodulazione degli incentivi, che apre però nuove opportunità sia per gli utenti di energia rinnovabile, sia per il mercato.

Aggiungi un commento

* Si prega di compilare correttamente tutti i campi

Blog correlati

Pubblicato da garnell | 12 settembre 2017
COME BENEFICIARE DEI VANTAGGI DELLE OPERAZIONI DI M&A Fusioni e acquisizioni sono una delle strade principali anche per le aziende italiane per crescere e rimanere competitive sullo scenario globale. Strade…
La transizione energetica globale
Pubblicato da garnell | 25 luglio 2017
GLI INVESTIMENTI IN ITALIA E NEL MONDO NEL MERCATO DELL’EFFICIENTAMENTO ENERGETICO   A prima vista, il concetto di efficienza energetica sembra astratto, ma si materializza subito se pensiamo che il…
Stimare il valore di un'azienda
Pubblicato da garnell | 18 luglio 2017
FLUSSI FINANZIARI, PATRIMONIO: COME STIMARE IL VALORE DELLA PROPRIA AZIENDA   La stima del valore di un’azienda accompagna molti dei momenti fondamentali della sua vita. Acquisizioni e fusioni, quotazioni, aumenti…