COME TRASFORMARE LA PROPRIA ATTIVITÀ IN UN’IMPRESA GREEN

Pubblicato da Garnell | ottobre 2, 2017 | ARCHIVIO, Energy Management

UN ATTO DI RESPONSABILITÀ CHE RISPONDE ALLA CRESCENTE ATTENZIONE DEI CONSUMATORI PER LA SOSTENIBILITÀ


Diventare green è per un’azienda una scommessa competitiva, una risposta alla crescente domanda dei consumatori e un atto di responsabilità verso l’ambiente e le generazioni future. “Il mercato è pronto” – un’indagine Nielsen del 2016 lo dice chiaro: una parte significativa dei consumatori oggi è disposta a pagare un prezzo maggiore per prodotti ecosostenibili (il 20% degli intervistati) e per quelli con ingredienti naturali e biologici (22%).  Nell’indagine i dati mostrano che le categorie di prodotti per cui si spende volentieri di più sono soprattutto quelli freschi, insieme ai cereali, ma da altre ricerche emerge la crescente attenzione per la sostenibilità anche nel turismo, nei servizi, negli investimenti finanziari, nell’energia.

L’attenzione all’ambiente, insomma, è una richiesta che arriva dai consumatori e che stimola lo spirito competitivo delle imprese.

Ma da che parte cominciare? Un buon punto di partenza può essere quello di dotarsi di un impianto per la produzione di energia rinnovabile, coniugando così risparmio, zero impatto ambientale e favore dei consumatori. Il primo passo sarà confrontarsi con un energy manager e valutare con lui il migliore investimento da fare.

Poi c’è il capitolo delle tecnologie green: secondo il rapporto GreenItaly della fondazione Symbola, tra il 2010 e il 2015 hanno investito in questo ambito 385mila imprese, più di una su quattro, con picchi di una su tre nella manifattura. I benefici si sentono: chi investe in tecnologie verdi esporta di più di chi preferisce non scommettere in questo settore (19% contro 11%) ed è più sensibile all’innovazione (22% contro 11%).

Strategica è la gestione virtuosa dei rifiuti: la Commissione europea prevede che il suo pacchetto di misure a favore dell’economia circolare genererà risparmi netti per le imprese fino a 604 miliardi di euro.

In generale, mettere in atto azioni per far crescere l’efficienza delle produzioni del 30% entro il 2030 riducendo gli scarti, potrebbe far aumentare il Pil di circa l’1% e creare oltre 2 milioni di posti di lavoro aggiuntivi.

E poi c’è la partita delle certificazioni di sostenibilità: si va dall’etichetta europea Ecolabel per prodotti e servizi ecosostenibili al marchio Emas, che invece riguarda la gestione dell’impresa e le sue pratiche rispettose dell’ambiente, fino alla Iso14001, focalizzata sulle responsabilità ambientali dell’azienda e il loro rispetto in maniera sistematica e virtuosa.

Fatto tutto questo, rimane l’aspetto fondamentale della comunicazione: perché l’impegno dell’impresa per migliorare sé stessa, i propri processi e i propri prodotti non vale se i consumatori e i soggetti della filiera non ne vengono a conoscenza.

Prima ancora del marketing, necessario per attirare l’attenzione del consumatore in un mercato dove l’offerta cresce costantemente, c’è anche il bilancio di sostenibilità: documento in cui l’impresa rende conto delle sue azioni in questo ambito e dei suoi obiettivi futuri. Perché il rispetto dell’ambiente e delle persone va sempre di pari passo con la trasparenza.

 

Aggiungi un commento

* Si prega di compilare correttamente tutti i campi

Blog correlati

Pubblicato da garnell | 17 ottobre 2017
Azioni da intraprendere e possibili insidie dell’iter autorizzativo Una volta deciso di installare un impianto alimentato a energie rinnovabili, la prima questione che si pone è relativa alla richiesta delle…
Pubblicato da garnell | 09 ottobre 2017
Dall’iniezione di nuove competenze che accrescono la competitività all’aumento occupazionale, l’ingresso dei private equity porta benefici misurabili per le aziende Perché aprire il capitale dell’azienda a investitori esterni alla famiglia…
Pubblicato da garnell | 12 settembre 2017
COME BENEFICIARE DEI VANTAGGI DELLE OPERAZIONI DI M&A Fusioni e acquisizioni sono una delle strade principali anche per le aziende italiane per crescere e rimanere competitive sullo scenario globale. Strade…